Emiliano Sala, un anno dopo la tragedia parla il fratello: “Viviamo nel dolore. Era un bravo ragazzo…”

L’attaccante è deceduto il 21 gennaio 2019

di Redazione ITASportPress

Un anno dopo è impossibile non ricordare Emiliano Sala. L’attaccante del Nantes deceduto tragicamente dopo un incidente aereo mentre concludeva il proprio trasferimento al Cardiff. Una morte che ha fatto molto discutere e della quale si parla ancora allo scopo di capire, in maniera definitiva, quali siano state le vere cause che hanno portato al disastro avvenuto lo scorso 21 gennaio 2019 sul Canale della Manica.

A distanza di 365 giorni, a parlare è Dario, il fratello di Emiliano Sala ai microfoni di Ouest-France.

DOLORE – “Mi piacerebbe che tutti lo ricordassero per quello che era. Da dove era venuto e quello che aveva ottenuto”, ha detto Dario sul fratello scomparso. “Emiliano è sempre rimasto umile. Non ha mai dimenticato da dove era arrivato e i sacrifici fatti da lui e dalla famiglia. Noi, adesso, viviamo nel dolore. Cerchiamo di aiutare nostra madre ad andare avanti. Non dovrebbe accadere che una madre veda il proprio figlio morire. La cosa che ci fa piacere è vedere che molte persone ne hanno un bel ricordo. Che c’è stato subito molto affetto per lui”. “I problemi tra le società? Noi come famiglia non ci siamo mai voluti intromettere perché pensiamo siano vicende che devono essere sbrigate dai club. Spero che si arrivi presto ad una soluzione tra loro. Le indagini sull’incidente? Spero che si faccia chiarezza anche sulle dinamiche dell’incidente. Seguiamo le indagini e vogliamo sapere, vogliamo che tutto sia chiarito“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy