Fifa, l’ex presidente della Federazione afgana bandito dal calcio a vita per abusi sessuali

Fifa, l’ex presidente della Federazione afgana bandito dal calcio a vita per abusi sessuali

Cinque atlete avevano denunciato i fatti gravi risalenti al lustro 2013-2018

di Redazione ITASportPress

Un episodio disgustoso si è consumato nel calcio afgano. L’ex presidente della Federazione del Paese Keramuudin Karim è stato bandito a vita dal mondo del calcio per mano della Camera giudicante del Comitato etico della Fifa per aver commesso violenze sessuali nei confronti di varie giocatrici. La stessa Fifa comunica che l’indagine fu avviata in seguito alle denunce presentate da almeno cinque atlete afgane che lo avevano accusato di tale reato grave dal 2013 al 2018, approfittando del fatto di essere a capo dell’Aff (federazione afgana). Karim, di 59 anni ed ex componente del comitato permanente della Fifa, ha violato le norme 23 (protezione integrità fisica e mentale) e 25 (abuso di protezione) del codice etico e per questo non potrà più prendere parte a qualsiasi attività legata al calcio a livello nazionale e internazionale. Per lui anche un’ammenda di circa 900mila euro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy