Guardiola e il primo incontro con Messi: “Piccolo e timido, ma capii subito che…”

Guardiola e il primo incontro con Messi: “Piccolo e timido, ma capii subito che…”

“Quando l’ho visto ho pensato; ‘Ma è questo il giocatore di cui mi parlano così bene?'”.

di Redazione ITASportPress

Parlando a Catalunya Radio, Pep Guardiola, attuale allenatore del Manchester City, ha ripercorso alcune tappe della sua carriera. In modo particolare, il tecnico catalano ha parlato del suo primo incontro con l’asso del Barcellona Lionel Messi e dell’impatto, anche sorprendente, con l’argentino.

SCETTICO – “Qualche giocatore della rosa mi aveva detto che in squadra c’era qualcuno di veramente forte”, ha raccontato Guardiola. “Mi avevano raccontato che era un giocatore piccolino, ma che segnava tanti gol e aveva un dribbling spettacolare. Non lo conoscevo ancora, poi un giorno ci siamo visti al negozio della Nike all’aeroporto di El Prat. L’ho visto ed era così piccolo e timido e ho pensato: ‘Ma è questo il giocatore di cui mi parlano così bene?'”.

DA SUBITO – Una prima impressione, fuori dal terreno di gioco, smentita subito dal campo: “Abbiamo iniziato la stagione in Scozia e vincevamo 0-5 o 1-6 con tre gol di Messi. A quel punto ho capito che avremmo vinto tutto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy