Hart, l’appello: “Non sono vecchio. Non mi aspetto la chiamata del Real Madrid ma posso dare ancora molto”

Hart, l’appello: “Non sono vecchio. Non mi aspetto la chiamata del Real Madrid ma posso dare ancora molto”

Il portiere cerca una nuova squadra

di Redazione ITASportPress
Joe Hart

Il portiere del Burnley Joe Hart, che diventerà presto svincolato (ufficialmenta da domani 1 luglio), ha rilasciato una lunga intervista alla BBC in cui ha ripercorso parte della sua carriera e ha voluto fare una sorta d’appello per quanto riguardo il suo futuro. Tanta, troppa panchina per lui che solamente 5 anni fa si trovava a giocare in Champions League con il Manchester City e che da 18 mesi, invece, si ritrova ad essere seduto in panchina a fare il secondo portiere.

Hart: “Non sono vecchio. Datemi una chance e ripagherò la fiducia”

Hart
Hart (getty images)

“Il fatto di essere seduto in panchina per 18 mesi nella Premier League inglese non mi spezzerà”, ha detto Hart senza timore. “Ricordo esattamente chi sono. Ricordo quando ho iniziato e dove sono arrivato. Si tratta solo di guardare tutto in prospettiva. La gente pensa che adesso per me inizi il panico ma io so cosa bisogna fare. Bisogna guardare avanti ed esplorare ogni possibilità. Il mio futuro? Come portiere non sono certo vecchio. Ovvio, non mi aspetto che il Real Madrid bussi alla mia porta, prenda Courtois e lo metta da parte per me. Ma so che posso dare ancor amolto. So quanto valgo e ho solo bisogno che qualcuno creda in me. Dal canto mio ripagherò completamente la fiducia”, ha concluso l’ex anche del Torino.

LE NEWS DI GOSSIP QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy