Hazard: “Sempre sognato di giocare al Real Madrid. Lukaku? Fantastico, segna tanto ma è anche uno specialista in…”

Hazard: “Sempre sognato di giocare al Real Madrid. Lukaku? Fantastico, segna tanto ma è anche uno specialista in…”

“Conte o Sarri? Ho imparato tanto da entrambi”

di Redazione ITASportPress

Eden Hazard è stato protagonista del mercato estivo. Il suo passaggio al Real Madrid dal Chelsea è stato uno dei tormentoni degli ultimi mesi. Alla fine, però, il belga si è trasferito in Spagna e ha realizzato il suo sogno di vestire la camiseta blanca.

Nell’ultima gara delle merengues ha anche messo a segno il suo primo gol ufficiale con la nuova squadra e in vista della prossima stagione è pronto a trascinare i suoi al successo. Intervistato dal Corriere della Sera, il classe ’91 ha parlato dei temi caldi del calcio europeo soffermandosi anche sull’Italia ed in modo particolare sul connazionale Lukaku, passato all’Inter nelle scorse ore, e dei due tecnici Conte e Sarri, entrambi avuti come mister al Chelsea.

REAL – Non lo ha mai nascosto, il sogno di Hazard era quello di vestire la maglia dei Galacticos: “Fin da bambino sognavo di vestire un giorno la maglia del Real Madrid. Quando il Real bussa alla tua porta puoi fare una cosa sola: aprirla. Al Chelsea ho passato anni indimenticabili, ma qui sono al settimo cielo. Uno dei miei idoli, da bambino, era Zinedine Zidane. Avevo il suo poster in camera e adesso ho l’opportunità di essere allenato da lui”. “La 7 di Cristiano Ronaldo e la sua eredità? Voglio portare al Real quello che so fare. Voglio essere utile al mio allenatore e ai miei compagni. Tutto qui”. “Io e Messi bassi? Se fossi stato appassionato di basket, allora sì che sarebbe stato un problema. In questo senso il calcio è uno sport democratico, il talento non si misura in centimetri”.

SERIE A – Spazio anche al campionato italiano e ad alcuni protagonisti della prossima stagione. Da Lukaku, agli allenatori di Inter e Juventus: “Chi mi ha colpito di più? Da loro ho imparato molto. Sono diversi tra di loro, per carattere e idea di calcio, ma hanno un cosa in comune: sono due vincenti. Hanno uno stile marcato, sanno quali indicazioni dare al gruppo. Se seguo la Serie A? Certamente. Il calcio è sempre stata la mia passione e il campionato italiano è uno dei più importanti al mondo”. E su Lukaku: “È un attaccante fantastico, un bomber che sa adattarsi a tutte le condizioni del gioco. Segna tanto e questo per un centravanti è importante, ma sarebbe un errore considerarlo solo per questo. Sa fare molte cose. Ad esempio è uno specialista per creare quelle che chiamiamo ‘seconde giocate’. Con lui in squadra giocano tutti meglio”, ha concluso Hazard.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy