Ibrahimovic: “In MLS quando tocco qualcuno sembra che li sto mandando al cimitero…”

Ibrahimovic: “In MLS quando tocco qualcuno sembra che li sto mandando al cimitero…”

Dà ragione a Rooney, che ha deciso di tornare in Inghilterra: “Io posso ancora fare la differenza qui”

di Redazione ITASportPress

Sempre molto interessanti ed esaustive le interviste a Zlatan Ibrahimovic. Riportiamo le parole rilasciate al Daily Mail circa la sua esperienza in MLS, che continua a regalargli gol ed emozioni, e sull’ex compagno di squadra al Manchester United Wayne Rooney, che da gennaio tornerà in Inghilterra per vestire la maglia del Derby County, formazione di Championship.

ARBITRO – I Los Angeles Galaxy di Ibra lunedì hanno pareggiato con un pirotecnico 3-3 il derby contro il Los Angeles FC. Lo svedese, autore di una doppietta, ha preso di mira l’arbitraggio (Allen Chapman): “Il direttore di gara non è stato al livello della partita, dovrebbe tornare alla lavagna e imparare le regole di base per fare il suo mestiere. Tutte le volte che tocco qualcuno in MLS, sembra che lo sto mandando al cimitero”. Ha dato così ragione a Rooney, anche lui spesso offensivo nei confronti degli arbitri negli Stati Uniti.

ROONEY – Nonostante Rooney sia più giovane di quattro anni, l’attaccante del DC United ha deciso di tornare prima in Europa rispetto a Zlatan: “Non mi sorprende che torni in Inghilterra – ha detto il classe 1981 -: è arrivato negli Usa, ha fatto il suo meglio e ha avuto pazienza. Io sono in una situazione diversa, io sono più anziano ma continuo a dominare, a fare la differenza”.

FUTURO – Lascia, sorridendo, uno spiraglio aperto ancora alla Premier League: “Ho dimostrato di poterci giocare facilmente, per cui se dovesse il Manchester United aver bisogno ancora di me, sono qui”. E ancora: “In Europa ho già fatto il mio lavoro, mi sono divertito, ho vinto 33 trofei e ora spero di vincere qualcosa qui. Vedremo quando finirà la mia avventura. L’MLS è un campionato affascinante, in crescita, succedono molte cose. Perché sia fra i principali tornei calcistici internazionali ci vorrà del tempo, le possibilità ci sono”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy