ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

CASO

Il caso di Alan Patrick dello Shakhtar: via dalla guerra il giorno prima per un’ernia…

Alan Patrick (getty images)

Il calciatore ha evitato la guerra in Ucraina e lo stop forzato in albergo per un'ernia inguinale

Redazione ITASportPress

C'è una storia particolare all'interno della grave situazione che hanno vissuto i calciatori di Shakhtar Donetsk e Dinamo Kiev allo scoppio della guerra in Ucraina quando, forzatamente, sono stati obbligati a rimanere chiusi in un albergo perché impossibilitati a lasciare il Paese. Nelle scorse ore aveva fatto il giro del mondo il videomessaggio dei giocatori che si erano mostrati fermi nella struttura. In tanti, però, hanno notato l'assenza di Alan Patrick, calciatore dello Shakhtar di De Zerbi.

Il brasiliano ha voluto dunque spiegare perché non fosse col resto del gruppo e lo ha fatto con un video pubblicato sempre sui social: "Molte persone mi hanno chiesto dove fossi, perché non ero presente nel video con i miei compagni. Col club abbiamo preso un appuntamento con uno specialista in Germania, tutto è avvenuto molto velocemente", ha spiegato Alan Patrick facendo riferimento ad un'ernia che gli era stata diagnosticata nelle ore precedenti dai medici del club. "L'intervento è stato programmato per il giorno successivo ed è andato bene. Questa particolare situazione ha finito per tirarmi fuori da questo momento di tensione che tutti i brasiliani stanno affrontando lì".

E ancora: "È un mix di sentimenti. Un sollievo essere a casa con la mia famiglia, ma ho il cuore angosciato di fronte alla situazione di amici e compagni che finiscono per essere anche la mia famiglia, condividendo con loro tutti i giorni lo spogliatoio. Spero che Dio possa prendersi cura di tutte le cose e che possano trovare soluzioni per uscirne il prima possibile. Conto sulla preghiera di tutti e sul sostegno di tutti. Che le autorità brasiliane possano trovare una soluzione il prima possibile per far uscire di lì i brasiliani. Pace per il mondo, preghiere per l'Ucraina. Nel nome di Gesù tutto questo passerà".

 Alan Patrick (getty images)

Alan Patrick (getty images)

tutte le notizie di