Inghilterra, anche Cellino coinvolto nello scandalo tangenti

Inghilterra, anche Cellino coinvolto nello scandalo tangenti

Secondo quanto si apprende dal Telegraph, Cellino è caduto nello stesso tranello di Allardyce: i reporter si sono finti degli investitori interessati, per farsi dire come bypassare le regole della Football Association sulle TPO (Third Party Ownership).

di Redazione ITASportPress

Continuano le rivelazioni del Telegraph sulla corruzione nel calcio inglese. Coinvolto anche Massimo Cellino, proprietario del Leeds United. Il suo nome viene fatto assieme ad altri nelle ultime rivelazioni del giornale inglese, che mette alla luce lo scandalo delle tangenti nella Championship.
Secondo quanto si apprende dal Telegraph, Cellino è caduto nello stesso tranello di Allardyce: i reporter si sono finti degli investitori interessati, per farsi dire come bypassare le regole della Football Association sulle TPO (Third Party Ownership). Nel video dei meeting con i giornalisti nascosti Cellino spiega come si possa aggirare le regole inglesi che vietano le terze proprietà, proprio come l’ex allenatore della nazionale inglese. Il metodo suggerito da Cellino è il seguente: gli investitori acquisterebbero una parte del club (il Leeds), diventando azionisti (Cellino nel video offre il 20%) in cambio di guadagni sulle future vendite dei calciatori (sempre il 20%).
Gli altri due nomi grossi coinvolti sono Tommy Wright, vice allenatore del Barnsley e Hasselbaink, tecnico del Queens Park Rangers. Anche in questo caso i giornalisti si fingono agenti e riprendono tutto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy