Klopp racconta il primo incontro con Mané: “Mi sembrava un rapper…”

“Striscia di capelli colorata e cappellino storto. Non avevo tempo per quello…”

di Redazione ITASportPress

Le apparenze, spesso, ingannano. L’esempio lampante è il racconto di Jurgen Klopp che ha voluto parlare al Daily Mail del suo primo incontro con Sadio Mané. Il manager tedesco, all’epoca allenatore del Borussia Dortmund, voleva l’attaccante in Germania ma non appena lo vide… non ebbe certo una buona impressione.

L’attuale tecnico del Liverpool ha rivelato un retroscena legato a quello che, nelle ultime stagioni, è diventato il suo attaccante principe insieme a Firmino e Salah in maglia Reds: “Ricordo il mio primo incontro con Sadio. Ero a Dortmund. C’era un ragazzo davvero giovane seduto lì davanti a me: il suo berretto da baseball era inclinato da un lato, aveva la striscia bionda che ha ancora oggi. Sembrava un rapper appena agli inizi e onestamente ho pensato: ‘Non ho tempo per questo’. Il nostro team di allora non era male. Avevo bisogno di qualcuno che riuscisse a darmi qualcosa subito ma allo stesso tempo che avrei potuto far crescere e migliorare. Direi che solitamente capisco subito come è fatta una persona, ma quella volta mi sbagliai. Allora ho seguito la sua carriera e lui ha continuato ad avere successo al Salisburgo. Poi al Southampton ha dominato. Allora l’ho voluto con me e per fortuna anche lui voleva essere allenato dal sottoscritto”, ha raccontato Klopp.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy