Kroos, la sconfitta in Champions League nel 2012: “Bevevo per alleviare il dolore. Ho dovuto chiamare i medici”

Il tedesco protagonista di una notte da dimenticare in campo e dopo la partita

di Redazione ITASportPress
Kroos

Un dolore che solo l’alcool poteva alleviare. Questo emerge dal racconto inedito di Toni Kroos relativo ai tempi un cui giocava nel Bayern Monaco, quando, nel 2012, in finale di Champions League contro il Chelsea, i tedeschi vennero sconfitti. Parlando al podcast Einfacht mal Luppen, il centrocampista, ora al Real Madrid, in compagnia di suo fratello, ha ricordato quella notte terribile in cui furono costretti a chiedere l’intervento dei medici dopo aver bevuto troppo.

Kroos: “Non c’era altro modo per alleviare il dolore”

Kroos
Kroos (getty images)

“La finale di Champions League contro il Chelsea nel 2012 è stata la gara per la quale abbiamo bevuto tanto. Eravamo molto delusi. Siamo stati molto vicini ad essere trasportati dalle ambulanze”, ha spiegato il fratello della stella tedesca Felix. A fargli eco e a spiegare meglio quanto accadde, anche Toni: “Mi sentivo malissimo all’epoca, ma almeno c’era una ragione per questo. Ricordo che Jesse (la moglie di Kroos ndr) poi disse: ‘Non possiamo farlo (chiamare un medico)’. Immaginate se si fosse scoperto che avevo chiamato un medico in emergenza perché avevo bevuto troppo. Non c’era altro modo però per sentire meno la sconfitta. Alla fine, però, l’ho dovuto chiamare perché pensavo ‘No, non posso peggiorare ancora’”, ha concluso Kroos.

QUI LE NEWS DI GOSSIP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy