La denuncia di Onana: “Il razzismo c’è. Soprattutto quando l’Ajax gioca fuori casa”

Il portiere torna sul tema molto delicato

di Redazione ITASportPress
Onana

Arriva l’ennesima denuncia da parte del portiere dell’Ajax Andre Onana in merito al razzismo. L’estremo difensore della squadra olandese era stato più volte protagonista di dichiarazioni importante relative a questo tema molto delicato, specie a seguito di alcuni episodi che lo avevano visto direttamente interessato. Adesso, ai microfoni di Goal, altre parole importanti che fanno capire la gravità del problema.

Onana: “Il razzismo c’è ma non mi ucciderà”

Onana
Onana (getty images)

Il razzismo è presente sempre, ogni volta che vado fuori casa devo fronteggiarlo”, aveva detto Onana a Het Parool in passato. Concetto ancora una volta ribadito: “Se ho visto da vicino il razzismo? Sì, certo che lo ho visto. Il razzismo c’è ed è comune, specie quando l’Ajax gioca fuori casa. Per mia fortuna ho deciso non parlarne troppo e di cambiare argomento quando è possibile. Ho deciso nella mia mente che il razzismo non riuscirà a spezzarmi”. E ancora: “Il razzismo è un disastro, c’è nel calcio e non se sparisce”. Onana gioca per l’Ajax dal 2015 e anche in passato aveva commentato la problematica, anche in ottica mercato quando aveva affermato che per un portiere di colore è più difficile fare strada nel mondo del pallone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy