ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PUNTO DI VISTA

Bartomeu:”Situazione Barcellona non è così grave come sembra. Sì a Superlega”

Bartomeu, Getty Images

L'ex presidente del club catalano risponde alle critiche sul suo operato

Redazione ITASportPress

L'ex presidente blaugrana, Josep Maria Bartomeu, in una lunga intervista rilasciata al quotidiano spagnolo Sport, ha parlato nuovamente della situazione economica del Barcellona e della Superlega.

GESTIONE - Sulla sua gestione al Barcellona: "Nella nota di qualche giorno fa volevamo sottolineare l'impatto che ha avuto il Covid sul club. Non in questa stagione, ma a partire da marzo 2020, quando i ricavi sono crollati improvvisamente. Da quel momento il club ha smesso di guadagnare abbastanza per continuare a pagare tutti gli stipendi. La situazione però non è così grave come sembra. Abbiamo fatto alcuni calcoli per vedere quale sarebbe stato il risultato dell'esercizio, prendendo come riferimento il 2019, un anno senza Covid. Le perdite di quell'anno sarebbero state di 50 milioni di euro. Il club non è in bancarotta. Le perdite non si riferiscono a una nostra cattiva gestione, ma sono state causate dalla pandemia, che non ha danneggiato solo il Barça, ma anche altri club".

DEBITI - Sui debiti che ha il club: "Negli ultimi dieci anni il Barcellona è passato dall'essere in una posizione non molto privilegiata ad essere la società con più valore. E questo è il risultato del lavoro che è stato fatto per molti anni. Mi viene da ridere quando dicono che la nostra è stata una gestione disastrosa. La verità è che il Barcellona è il club che guadagna di più al mondo nonostante il Covid ed è anche quello che vale di più. Dicono i debiti ammontano a 1.350 milioni di euro? Si ma si tratta di debito lordo. Quello che va analizzato è l'indebitamento netto che è di 550 milioni di euro. Per questo motivo le banche non hanno problemi a finanziare il Barça. Loro sanno che le entrate aumenteranno di nuovo e che i numeri torneranno quelli pre-pandemia".

SUPERLEGA - Sul discorso Superlega, Bartomeu ha rivelato: "Sono stato uno dei primi a lavorare per la Superlega, già nel 2016, non è un progetto del 2020. Juventus, Bayern e Real Madrid c'erano già e ne parlammo con il presidente Ceferin. E' stato allora che UEFA ed ECA hanno deciso di sfruttare i diritti della Champions League e dell'Europa League, raddoppiando le entrate dei club. È un progetto molto interessante purché vengano rispettati i campionati nazionali. Come avviene nel basket, possono esistere in parallelo e uno non va contro l'altro".

 Barcellona (getty images)
tutte le notizie di