De Jong, caos al Barcellona: furioso con staff medico per gestione del suo infortunio

Molti giocatori scontenti per diagnosi lente e poco precise

di Redazione ITASportPress
de Jong

In casa Barcellona l’umore non è poi così positivo come si può immaginare. La rete di Rakitic contro l’Atletico Bilbao ha riportato i blaugrana in vetta alla classifica della Liga ma alla polemica con il Real Madrid per i presunti favori arbitrali, il presunto litigio tra Messi e Griezmann, si aggiunge anche un malcontento generale nei confronti dello staff medico catalano. A lamentarsi, questa volta, sarebbe stato Frenkie De Jong, recentemente infortunatosi.

De Jong: staff medico lento e poco chiaro

De Jong
De Jong Barcellona (Getty Images)

Il centrocampista olandese ex Ajax ha rimediato nelle scorse ore una lesione al soleo della gamba destra. La diagnosi e le successive cure del caso sono state piuttosto vaghe da parte dello staff sanitario. Almeno secondo quanto riporta il Sun che cita Catalunya Radio secondo cui il giovane De Jong sarebbe furioso con i medici del Barcellona per l’indecisione e le tempistiche relative al suo problema fisico. L’ex giocatore dell’Ajax avrebbe minacciato lo staff catalano di procedere con un viaggio in Olanda per farsi curare e, nel caso, operare. Nel corso della stagione De Jong aveva saltato pochissime match e, adesso, con ogni probabilità, potrebbe aver concluso qui la sua stagione, almeno per quanto riguarda la Liga. La colpa, sarebbe proprio dei medici, troppo lenti a formulare la diagnosi sul suo infortunio che, forse, curato per tempo, gli avrebbe permesso di tornare per il rush finale della Liga.

Malcontento generale

Dembelé
Dembelé (getty images)

Il caso Frenkie De Jong, però, non sarebbe isolato. Infatti, come scrivono i media inglesi e spagnoli, in casa Barcellona le lamentele verso lo staff medico sono all’ordine del giorno. Samuel Umtiti e Ousmane Dembelé ne sono l’esempio. In entrambi i casi, da quanto si apprende, i giocatori avrebbero ammesso la propria perplessità per le tempistiche con le quali i medici blaugrana hanno operato in merito a diagnosi e piano di recupero. Insomma. Il primo posto momentaneo serve solo per dare una boccata d’ossigeno in un ambiente non del tutto sereno…

PER LE NEWS DI GOSSIP CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy