Malaga, dalla Champions al rischio fallimento: “Persi 200 milioni di euro”

Malaga, dalla Champions al rischio fallimento: “Persi 200 milioni di euro”

Lo sceicco proprietario del club, Abdullah bin Nasser Al-Thani, ammette le difficoltà economiche

di Redazione ITASportPress

Si può passare nel giro di sei anni dalla musica della Champions League al rischio di fallire e sparire dal calcio che conta? Difficile immaginarlo, ma è la triste realtà con cui si trova a convivere il Malaga. Nel 2012/13, il club spagnolo raggiungeva uno dei punti massimi delle propria storia, prendendo parte alla manifestazione continentale più importante, uscendovi solamente ai quarti di finale al termine di una sfida incredibile con il Borussia Dortmund. Poi l’improvvisa picchiata. Colpa della pessima gestione dirigenziale, a partire dallo sceicco proprietario del team, Abdullah bin Nasser Al-Thani. Oggi il numero uno della società spagnola ha ammesso le sue colpe nel corso di un’intervista a Marca. Tuttavia, spaventano alcuni passaggi riguardanti la situazione economica del Malaga: “Ho perso tutto ciò che ho investito. Più di 150 milioni, quasi 200. E tutto a causa della cattiva gestione, della firma di contratti esagerati. Ma non importa. Due anni fa ho detto, mentre eravamo in Primera Division, che saremmo ripartiti da zero. E in quelli che stiamo facendo. Ovviamente, se avrò la prova che qualcuno prende un solo euro dal club, agirò contro di lui e lo restituirà. Lo prometto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy