Tebas sul Clásico: “Giusto metterlo alle 13, in Asia sennò come fanno a vederlo?”

Tebas sul Clásico: “Giusto metterlo alle 13, in Asia sennò come fanno a vederlo?”

Il presidente della Liga sull’eterna sfida fra Real e Barça

di Redazione ITASportPress

Il presidente della Liga spagnola Javier Tebas è stato molto chiaro sul Clásico fra Barcellona e Real Madrid, che si disputerà il prossimo 26 ottobre alle ore 13, orario insolito: “Una scelta che permette di vedere la partita in altri Paesi, ad esempio l’Asia, perché ormai ha smesso di essere solo ed esclusivamente un patrimonio della Spagna. Abbiamo fan in tutto il mondo, non sarebbe stato giusto decidere per un’altra fascia oraria – ha detto il numero uno del campionato in un evento Movistar -. Abbiamo un campionato competitivo, negli ultimi sei anni siamo cresciuti del 25%, i prezzi degli abbonamenti sono calati e avremo 15 milioni di spettatori presenti in questa annata”. Parole per cui si può essere soddisfatti oppure no, perché anche in Italia quando vengono messe gare all’ora di pranzo scattano le polemiche, anche se ormai ci si è abituati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy