Vinicius, il retroscena: “Avevo un’offerta del Barcellona ma ho scelto di andare al Real Madrid perché…”

Vinicius, il retroscena: “Avevo un’offerta del Barcellona ma ho scelto di andare al Real Madrid perché…”

“La mia è stata una scelta di cuore…”

di Redazione ITASportPress

Dopo Neymar è stato il calciatore brasiliano più costoso. Vinicius Junior, attaccante del Real Madrid, ha parlato ad AS rivelando un retroscena importante sul suo approdo nei blancos. Il classe 2000, arrivato dal Flamengo per circa 40 milioni di euro, ha rivelato di essere stato conteso anche dal rivali di sempre dei madrileni, il Barcellona.

TRASFERIMENTO – Prima di firmare per il club blancos, Vinicius ha ammesso che pensava fossero solo rumors senza fondamento: “Credevo non fosse vero, ho pensato che fossero solo voci dai giornali. Invece ho avuto anche proposte dal Real Madrid e dal Barcellona”, ha detto l’attaccante. “Mio padre mi ha detto che dovevo scegliere e dovevo seguire il mio cuore e così è stato”.

PRESENTAZIONE – E una volta scelta la squadra, eccolo al Santiago Bernabeu per la presentazione: “Quel momento è stato incredibile. In Brasile non c’è niente di simile, e per me è stato un giorno molto speciale. Ero molto nervoso il giorno della presentazione perché dovevo parlare spagnolo e non lo conoscevo ancora bene. Inoltre, Ronaldo è venuto a Madrid solo per la presentazione Una leggenda del calcio come lui. Sono stato molto felice. È stato uno dei giorni più felici della mia vita”.

AL REAL – E sul suo adattamento alla Spagna e al club madrileno: “Quando sono arrivato è stato molto difficile perché è stato un cambiamento enorme per la mia vita. Pensavo che non ce l’avrei fatta, perché è difficile stare lontano dalle persone che ami. Quando è arrivata la mia famiglia, tutto era più tranquillo. Ora vivo da solo ma per trovare serenità e stare bene devo dire che Casemiro e Marcelo mi hanno aiutato molto, dato che avevano vissuto la stessa cosa che stavo attraversando io in quel momento. Anche adesso mi danno sempre consigli su come fare bene le cose dentro e fuori dal campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy