Zidane ammette: “Allenare porta all’esaurimento. Ero meglio da calciatore”

Le parole del tecnico dei Blancos

di Redazione ITASportPress
Zidane

Come i giocatori, anche gli allenatori devono valutare bene le proprie scelte per rendere la propria carriera vincente e duratura. Tuttavia non per tutti la prerogativa sarebbe quella di allenare per molto tempo. E’ di questo avviso Zinedine Zidane. Il tecnico del Real Madrid, infatti, non sembra particolarmente entusiasta di fronte all’idea di sedersi in panchina ancora a lungo, come ha spiegato in conferenza stampa: “Non allenerò per 20 anni, mi ritirerò prima, anche se tutto può succedere. Ero più forte da calciatore di quanto lo sono da allenatore. Non so per quanti anni allenerò, non l’ho ancora pianificato. Ho giocato per almeno 19 anni e quando mi chiedevano se avrei allenato rispondevo di no. Invece alla fine sono diventato un allenatore, ma è un mestiere che porta all’esaurimento”.

VINCENTE – Del resto la carriera da allenatore di Zidane è già sufficientemente vincente. Al primo colpo “Zizou” ha conquistato la Champions League con il Real nel 2015/16. Poi si è ripetuto nelle due stagioni seguenti, vincendo altrettante coppe dalle grandi orecchie e una Liga. Dopo qualche mese di stop ha accettato di tornare ad allenare i Blancos, entrati in crisi dopo il suo addio momentaneo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy