Emery: “L’Arsenal mi rispetta. Quando ero al Psg, invece…”

Emery: “L’Arsenal mi rispetta. Quando ero al Psg, invece…”

“Quando sono arrivato a Parigi ho provato subito a parlare francese ma mi hanno trattato con sarcasmo”

di Redazione ITASportPress

Una finale di Europa League da giocare mercoledì sera, intanto Unai Emery, tecnico dell’Arsenal, inzia a togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Nessun problema con i Gunners, ma le parole lasciate dall’allenatore a El Mundo prendono di mira la sua recente esperienza in Francia alla guida del Paris Saint-Germain.

Il tecnico spagnolo ha rimarcato le differenze tra i londinesi e i parigini: “Ci sono meno pressioni, qui è tutto più semplice. L’Arsenal è un club molto grande, ma allo stesso tempo ci sono calore e umanità. Sono tutti pronti ad aiutarti. Percepisci che c’è grande rispetto. Quando sono arrivato a Parigi ho provato subito a parlare francese, ma mi hanno trattato con sarcasmo, dicevano che non ci riuscivo. A Londra, invece, uso un inglese molto semplice, tutti mi sorridono e mi ringraziano per averci provato. All’inizio a Parigi le cose non andavano bene; Al-Khelaifi mi disse di non preoccuparmi, perché il progetto era a lungo termine. Abbiamo vinto tre trofei, ma puntavano alla Champions e così è finita. All’Arsenal mi sento bene, per la prima volta non sento di dover sopravvivere. Altri club hanno sicuramente maggiore potenziale economico, ma la storia dell’Arsenal e la sua struttura lo rendono tra le prime dieci società d’Europa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy