La generosità di Keita Balde: “Distribuivo in piazza i vestiti e le scarpe che ricevevo da Nike”

L’attaccante del Monaco ha parlato dei suoi gesti di incredibile generosità.

di Redazione ITASportPress
Keita Balde

Keita Baldé nel nostro campionato ha quasi sempre avuto la nomea di un giocatore con un carattere un po’ particolare. L’attaccante spagnolo ex Lazio e Inter durante un’intervista a El Mundo ha parlato dei suoi gesti di solidarietà per aiutare il suo villaggio in Senegal e gli immigrati della cittadina catalana Lleida.

L’umanità di Baldé

Keita Balde
Keita Balde (getty images)

L’attaccante in questi mesi di stop forzato ha voluto dare una mano agli immigrati di Lleida costretti a vivere in condizioni disastrose: “La vita delle persone di colore interessa se ti chiami Keita Baldé, ma se sei un immigrato a nessuno importa di te”. Grazie ad una collaborazione con alcuni hotel, l’ex attaccante della Lazio ha pagato vitto e alloggio a 150 persone: “Sentivo che dovevo fare qualcosa. Dovevo aiutare. Mi sono messo in contatto con loro, ma io non volevo parole. Volevo fatti”. Baldé ha poi spiegato le condizioni di vita di queste persone: “Dormivano in strada, tra i cartoni. Lavorano 13 ore per 25 euro e quando hanno bisogno di mangiare non derubano nessuno”. Lo spagnolo ha poi parlato degli aiuti fatti arrivare in Senegal, vicino al suo villaggio: “Ho finanziato una scuola e una Moschea. Mi piace essere così, un ragazzo di cuore che vuole condividere quello che haDistribuivo in piazza i vestiti e le scarpe che ricevevo da Nike“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy