Psg-Marsiglia, Neymar accusa Alvaro Gonzalez di razzismo: l’attacco a lui e alla VAR

Il brasiliano protagonista di diversi episodi nel big match di Ligue 1

di Redazione ITASportPress

Succede di tutto nel corso di Paris Saint-Germain-Marsiglia. Bel big match di Ligue 1, i parigini perdono in una gara dall’alto tasso polemico e agonistico con falli ed espulsioni da una parte e dall’altra. Anche Neymar, tornato dopo i problemi col coronavirus, è protagonista. La stella del Psg, espulso nel finale, ha accusato un avversario, Alvaro Gonzalez, di avergli rivolto insulti razzisti.

Neymar: lo sfogo social

Neymar è stato protagonista di uno scontro fisico e verbale con Alvaro Gonzalez che gli avrebbe rivolto degli insulti a sfondo razzista. La versione del brasiliano sembra essere confermata da alcune immagini tanto che lo stesso O’Ney, dopo essersi sfogato via social su Twitter senza fare giri di parole, ha chiesto l’intervento della VAR e della moviola. “L’unica cosa di cui mi pento è di non aver quello stronzo davanti a me ora…”, ha scritto Neymar che poi ha aggiunto. “Ma la VAR? Facile vedere la mia aggressività ma ora voglio vedere quel razzista punito. Mi ha chiamato MONO HIJO DE PUTA. Io espulso e a lui cosa succede?”. Queste le parole dure dell’attaccante.

LA COMPAGNA DEL CALCIATORE PICCANTE SUI SOCIAL

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy