Tebas attacca ancora: “Uefa troppo morbida sul Fair Play Finanziario, l’Inter ne è la prova. Sul Psg…”

Tebas attacca ancora: “Uefa troppo morbida sul Fair Play Finanziario, l’Inter ne è la prova. Sul Psg…”

“Non c’è più bisogno di uno stato alle spalle, è sufficiente avere un grande capitale”

di Redazione ITASportPress
Tebas

Il presidente della Liga Spagnola, Javier Tebas è tornato a lanciare nuove accuse verso l’Inter, dopo quelle di qualche settimana fa relative al caso Modric, e verso la situazione del Paris Saint-Germain che resta in attesa di una decisione da parte del Uefa sulla questione legata al Fair Play Finanziario. In realtà, dalle parole del numero uno del calcio spagnolo, sembra arrivare in maniera indiretta un altro attacco all’organismo europeo, definito “troppo morbido”. In un’intervista rilasciata al Mundo Deportivo, Tebas oltre a parlare di Var e della possibilità, remota, di vedere in futuro Real Madrid-Barcellona a New York, affronta quindi il tema economico legato alle normative Uefa.

CLASSICO IN AMERICA – “Ovviamente vedere il classico a New York è impossibile. Almeno quello valido per il campionato spagnolo”.

VAR – “Penso che solo due club si sono opposti al Var e quindi continueremo ad utilizzarlo e credo miglioreremo”.

ATTACCO – “Le sanzioni al Psg per il Fair Play Finanziario? Sono pessimista, vedo che la Uefa non affronta il tema come dovrebbe. Bisogna prendere il toro per le corna, altrimenti non se ne viene fuori. E oggi non parliamo più soltanto di PSG o Manchester City, ma anche di altri club come l’Inter, come abbiamo visto per il caso Modric. Non c’è più bisogno di avere uno stato alle spalle, è sufficiente avere un grande capitale. Questo causa inflazione e dumping in settori altamente regolamentati come la Liga. Quest’anno lavorerò tanto su questo tema”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy