Manchester City, ritirata per 18 mesi la patente a Yaya Touré

Manchester City, ritirata per 18 mesi la patente a Yaya Touré

Il centrocampista ivoriano per aver guidato in stato di ebrezza dovrà anche pagare una multa di 54 mila sterline

di Redazione ITASportPress

Finora la stagione di Yaya Touré è stata tutt’altro che esaltante, in campo e fuori. Dopo gli screzi con il tecnico del Manchester City Pep Guardiola, il 28 novembre scorso il centrocampista ivoriano a un controllo della polizia è risultato avere un tasso alcolemico nettamente superiore al limite consentito. Il giocatore è stato rinviato a giudizio e in data odierna ha ricevuto la sentenza del giudice, il quale gli ha inflitto una multa da 54 mila sterline e la sospensione della patente per i prossimi 18 mesi. Queste le parole dell’ex Barcellona: “C’è stata molta confusione attorno a questa situazione nelle ultime due settimane. Mi trovavo a una festa insieme ad alcuni amici e ho bevuto da una caraffa quella che credevo fosse Coca Cola e che in realtà era mischiata a del brandy. Per me era importante spiegare alla corte che quello che ho fatto non era intenzionale. Sono musulmano praticante e rifiuto addirittura lo champagne come premio per l’uomo partita, figuriamoci se vado a ubriacarmi”.

Il comunicato stampa di Touré: “Vorrei ringraziare la mia famiglia, i miei amici e lo staff del Manchester City per essermi stati vicini in questo particolare momento della mia vita. So bene che la guida in stato di ebrezza è un reato grave ma non era assolutamente mia intenzione farlo. È stato un incidente e accetterò la sentenza della corte, qualunque essa sia”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy