Manchester United, Lingard: “Ferguson aveva ragione quando diceva che sarei esploso a 25 anni”

Le dichiarazioni dell’attaccante: “Io e mio padre abbiamo creduto in lui. Ora è il mio momento”

di Redazione ITASportPress

Durante un’intervista ai microfoni di Sky Sports, Jesse Lingard ha ammesso che l’ex tecnico del Manchester United, Sir Alex Ferguson, aveva visto lungo sulle sue capacità. Alcuni anni fa, quando l’attaccante inglese giocava ancora nelle giovanili dei Red Devils, l’allora tecnico della prima squadra aveva dichiarato che sarebbe diventato un giocatore del calibro di Jean Tigana, ma non prima dei 25 anni. L’ex allenatore del club inglese lo aveva poi esortato a rimanere a Manchester per crescere. Il 25enne ha ammesso però che non è stato facile perché per migliorarsi è dovuto andare in prestito al Leicester, al Birmingham, al Brighton e infine al Derby County. “Io e mio padre abbiamo creduto in lui [Ferguson]. Ovviamente ha funzionato. Ha indovinato. Penso che ora sia il mio momento, sapevo che dovevo fare un passo in avanti ed è quello che ho fatto. Sono arrivati i gol e ho preso fiducia. Adesso voglio segnare sempre, in ogni partita: questo è il mio obiettivo principale. Le prime stagioni mi sono abituato alla Premier League, volevo solo giocare a calcio. Adesso, la penso in modo diverso, mi sono posto obiettivi diversi”.

Lingard ha segnato cinque gol nelle ultime sei partite con lo United, ma le sue reti non sono bastate al club di Mourinho per rimanere sulla scia del City. La squadra dello Special One ha infatti vinto solamente una delle ultime quattro sfide di campionato, precipitando a 15 punti dalla vetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy