Marsiglia, Villas-Boas: “Non c’è progetto sportivo in nessun club al mondo e io costretto a firmare biennale”

Il portoghese vorrebbe un contratto annuale ma le regole francesi sono diverse

di Redazione ITASportPress

Lunga intervista del tecnico del Marsiglia André Villas-Boas (43),O Jogo . Il mister portoghese, in carica dall’estate 2019 e il cui contratto scade a giugno, cita in particolare la sua possibile proroga precisando che i colloqui inizieranno a febbraio 2021. Siamo nella stessa fase di partenza anche se c’è un dialogo in corso. Con la crisi l’OM vuole rivedere tutti i contratti di lavoro della società, dello staff e della squadra e non vuole pensare al momento su quanto dovrà spendere per prolungare il contratto con il sottoscritto. Quando sono arrivato in Francia, volevo firmare per un anno. È così che vedo il calcio adesso. Non c’è progetto sportivo, in nessun club al mondo. Il progetto sportivo dura una stagione. Sono stato costretto a firmare per due anni perché la legge francese lo richiede, per proteggere gli allenatori. Prolungare con OM implica quindi qualcosa che non mi piace, visto che il rinnovo sarebbe biennale “.

Villas Boas, getty images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy