Menez: “Mi sarebbe piaciuto giocare con Mbappé e Neymar. Avevo alcune proposte in Ligue 1 ma…”

Il francese sulla sua carriera e non solo

di Redazione ITASportPress

Torna a parlare Jeremy Menez, ex conoscenza del calcio italiano, che ha voluto spendere qualche parole in merito alla sua carriera dopo aver accettato di tornare in campo a Parigi, con il Parigi FC, squadra di seconda categoria. L’esterno d’attacco ha parlato a Foot Mercato del proprio momento ma anche anche del suo passato e di qualche ex compagno.

PARIGI – Dopo aver accettato la corte del Parigi FC, Menez è pronto a tornare protagonista senza rimpianti: “Non sono ancora al 100% ma sto bene. Il nostro obiettivo è vincere perché non siamo in una posizione buona di classifica. So che posso aiutare la squadra, i giovani. Porto la mia esperienza qui. Avevo qualche offerta dalla Ligue 1, 2-3 proposte, ma ho scelto di essere sereno e ho voglia di fare bene. Cosa ci manca per andare in Ligue 1? L’esperienza e la fiducia. Perdi qualche partita e tutto cambia. In questo senso posso dare una mano”.

PERSONALE – “Ibrahimovic aveva detto che io ero il giocatore più forte con cui aveva giocato. Se ho rimpianti? Sì e no. La vita è così. In quel momento c’era il Milan che mi chiamava. Se mi sarebbe piaciuto giocare al Psg adesso con Mbappé e Neymar? Certamente. Giocare con calciatori simile è un piacere. Spero possano portare la Champions League a Parigi”.

BENZEMA – Un pensiero poi al connazionale Benzema che è stato ai tempi dell’Under 17 della Francia suo compagno: “Se ammiro la sua carriera? Certo. Non si può fare altrimenti. Lui gioca da 10 anni al Real Madrid e nonostante qualche parola di troppo dimostra il suo valore e zittisce tutti sul campo. Probabilmente era un lavoratore più duro di me e non gli si può dire nulla per quanto abbia fatto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy