ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL CASO

Morto, anzi no: Hiannick Kamba rispunta ed è indagato per truffa

Hiannick Kamba (getty images)

L'ex Schalke 04 era stato dato per morto ma dopo 4 anni è tornato a farsi vedere

Redazione ITASportPress

Un incidente stradale nel 2016 ne causò la morte. O almeno questo è quanto sembrava. Infatti, dopo 4 anni, Hiannick Kamba è più vivo che mai. Succede che l'ex calciatore dello Schalke 04 sia stato accusato di aver inscenato la sua morte per incassare il premio dell'assicurazione di ben un milione e 200 mila euro.

Come riporta il Sun, l'ex calciatore congolese rischia 10 anni di carcere se verrà riconosciuto colpevole di aver simulato la propria morte per ottenere il risarcimento milionario poi andato a sua moglie. In Germania, precisamente al tribunale di Essen, è iniziato il processo all’ex calciatore e a sua moglie che adesso rischiano appunto di finire in galera.

I FATTI - Nel gennaio 2016 Kamba si era recato a Kinshasa, la capitale del Congo, ma poco dopo, amici e colleghi avevano ricevuto la triste notizia della sua morte a seguito di un incidente stradale. Compianto per 4 anni, l'ex giocatore è poi ricomparso improvvisamente in Germania nel maggio 2020, lavorando come tecnico chimico per un'azienda che lo aveva precedentemente avuto alle sue dipendenze nel 2013. All'epoca raccontò di essere stato rapito e trattenuto da sconosciuti per diverso tempo e che non voleva sapere nulla del fatto che sua moglie Christina avesse riscosso i soldi dell'assicurazione. Adesso, l'indagine con tanto di processo che potrebbe portare la coppia ad una condanna fino a 10 anni di reclusione per truffa.

 Hiannick Kamba (getty images)

Hiannick Kamba (getty images)

tutte le notizie di