ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL CASO

Nwakali, addio all’Huesca per aver giocato in Coppa d’Africa: lo sfogo del giocatore

Nwakali (getty images)

Lo sfogo social del giocatore dopo le vicende col club spagnolo e la rescissione del contratto

Redazione ITASportPress

"L'Huesca ha risolto il rapporto contrattuale con Kelechi Nwakali. Il club ha informato il giocatore della decisione di rescindere il contratto". Con queste parole il club spagnolo di Seconda Divisione aveva annunciato la separazione col calciatore nigeriano. Un addio, però, che non è passato inosservato per via delle ripercussioni successive messe in evidenza dal diretto interessato.

Infatti, sui social, proprio il giovane Nwakali ha vouto spiegare nel dettaglio cosa ha portato a questa decisione del club: "Ho mantenuto il silenzio per rispetto dei tifosi dell'Huesca e dei miei compagni di squadra. Ma ora è arrivato il momento che le persone conoscano la verità e ciò che ho passato negli scorsi mesi", le parole del nigeriano.

"Lo scorso dicembre ho vissuto il più grande onore della mia vita ricevendo la convocazione della Nigeria (per la Coppa d'Africa ndr), ma la gioia è stata spezzata dal direttore sportivo Ruben Garcia che mi ha messo pressione per non andare a giocare la Coppa d'Africa". La denuncia di Nwakali prosegue poi: "Mi ha detto che non era 'un torneo importante' e che se fossi andato in Coppa d'Africa non avrei più giocato per l'Huesca".

La vicenda diventa ancora più pesante successivamente: "Per mesi il club ha abusato del suo potere per farmi firmare un nuovo contratto: mi ha pagato in ritardo, ma la rottura è arrivata quando mia madre è stata male. In quel momento ho chiesto al ds un pagamento per saldare la fattura dell'ospedale e lui mi ha risposto 'Firma il rinnovo e ti pagheremo tutto questa sera'".

L'Huesca, a sua volta, ha smentito quanto detto dal giocatore ma siamo sicuri che la vicenda continuerà a far discutere a lungo...

Nwakali (getty images)
tutte le notizie di