Payet e il rifiuto sul taglio ingaggio: “Sono un padre di famiglia”

Il fantasista del Marsiglia ha commentato la recente vicenda che lo ha visto tra i protagonist del club francese

di Redazione ITASportPress
Payet

L’emergenza coronavirus ha messo in una grave posizione finanziaria anche il mondo del pallone. Tante le società che sono andate incontro a difficoltà economiche. Anche in Francia, nel blasonato club del Marsiglia, le cose non sono state differenti.

Ecco perché il tema legato al taglio degli ingaggi dei calciatori ha avuto una grande importanza. In casa dei francesi, però, non tutti si sono resi disponibili a compiere questa rinuncia. Uno di questi è stato Dimitri Payet, fantasista francese, che insieme ad alcuni altri assi del Marsiglia si era detto contrario al taglio del proprio ingaggio. Parlando ai microfoni del’Ile de La Reunion, il giocatore ha commentato: “Tutti hanno avuto la loro opinione su questo argomento. La mia posizione era chiara ed evidente. La verità è che sono un calciatore ma sono anche un padre di famiglia“. E ancora in merito al rifiuto del taglio dell’ingaggio del 30% Payet ha aggiunto: “Ho importanti esborsi finanziari da mantenere e impegni da onorare. Il mio ruolo è quello di difendere i miei interessi e quelli della mia famiglia. In ogni caso cerco di non mettere in pericolo il club perché tutti sanno quanto sono legato alla squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy