ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

SQUALIFICA

Pepe, la rissa in Porto-Sporting può costare 2 anni di squalifica

Pepe (getty images)

Il giocatore ha spintonato un dirigente rivale

Redazione ITASportPress

Il difensore del Porto Pepe potrebbe ricevere una lunga squalifica per aver colpito un dirigente dello Sporting Lisbona durante la partita del 22esimo turno del campionato portoghese terminata sul punteggio di 2-2. La gara, conclusasi con una serie di espulsioni e una rissa che ha coinvolto davvero tutti tra giocatori, allenatori, dirigenti e staff, potrebbe avere conseguenze gravi soprattutto per l'esperto centrale.

Secondo A Bola, infatti, il rapporto dell'arbitro affermerebbe che Pepe avrebbe preso a calci un dirigente dello Sporting. Da qui anche l'accusa di condotta violenta e di un illecito grave verso un non giocatore.

Le regole del campionato prevedono in questi casi una squalifica che può andare da 2 mesi a 2 anni. Il portoghese potrebbe dunque non vedere il terreno di gioco per diverso tempo.

Ricordiamo che al termine della sfida saranno ben quattro, in totale, i cartellini rossi dati dall'arbitro. Per il Porto espulsi Pepe e Marchesin mentre Pahlinha e Tabata per lo Sporting.

PROIETTILE - Ma c'è di più. Il difensore avrebbe commesso anche un altro gesto molto contestato. Pepe avrebbe nascosto, o tentato di farlo, un proiettile arrivato in campo. La volontà era quella di non farlo vedere al direttore di gara ma il suo rivale Ricardo Esgaio si sarebbe accorto di tutto e sarebbe riuscito, dopo diversa polemica, a far segnare sul rapporto dell'arbitro tale situazione. Il fischietto avrebbe poi consegnato l'oggetto in questione ad un delegato per fare in modo che tutto fosse reso ufficiale nel referto finale.

 Pepe (getty images)
tutte le notizie di