Pirlo: “Potevo andare al Chelsea ma dissero che ero troppo vecchio…”

Pirlo: “Potevo andare al Chelsea ma dissero che ero troppo vecchio…”

“Poi c’è stato il Manchester City (nel 2011) ma quella volta scelsi la Juventus”

di Redazione ITASportPress

Tra passato, presente e, ovviamente, futuro, Andrea Pirlo ha deciso di raccontarsi in una lunga intervista per il Daily Mail. L’ex campione di Juventus, Milan e Inter ha parlato dei temi caldi del calcio nostrato, ma si è anche soffermato sulle sue passate esperienze rivelando un retroscena di mercato clamoroso.

PASSATO – “Ho avuto la possibilità di andare al Chelsea quando Ancelotti era l’allenatore (2009 ndr), ma il club disse che ero troppo vecchio, avevo 30 anni. Poi c’è stato il Manchester City ma quella volta scelsi la Juventus. La Premier League sarebbe stata sicuramente un’esperienza fantastica ma sono felice di aver deciso di restare in Italia”.

CALCIO ATTUALE – Dal passato al presente con diversi cambiamenti in Serie A. Conte all’Inter, e forse, Sarri alla Juventus: “Sarri? Non era facile per lui al Chelsea perchè è un tecnico che ha bisogno di tempo per adattare i giocatori al suo sistema. Per me è un ottimo allenatore, i tifosi devono avere pazienza”. E su Conte: “Per me è il miglior allenatore che abbia mai avuto nella mia carriera e anche al Chelsea ha fatto un buon lavoro. Ha vinto la Premier League e la FA Cup. Poi ha avuto qualche problema con il proprietario ma, se si vede la storia dei blues, negli ultimi 10 anni hanno cambiato troppi allenatori. Il problema quindi non sono gli allenatori ma il club”.

FUTURO – Ma cosa farà Andrea Pirlo in futuro? Ecco la risposta: “Sto studiando per diventare un allenatore. Devo prendere l’ultimo patentino a settembre e dopo forse farò proprio l’allenatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy