Porto, Conceiçao: “Giocare a porte chiuse è come mangiare un’insalata insipida”

Porto, Conceiçao: “Giocare a porte chiuse è come mangiare un’insalata insipida”

Le parole dell’ex Lazio

di Redazione ITASportPress
Sergio Conceicao

Anche in Portogallo il calcio è pronto a ripartire, anche se il nuovo start avverrà con gli stadi vuoti. La soluzione delle gare a porte chiuse non piace particolarmente al tecnico del Porto Sergio Conceiçao. Tuttavia l’ex Lazio riconosce l’importanza delle misure di sicurezza, come dimostrano le sue dichiarazioni riportate da Goal.com: “Senza i tifosi sarà un qualcosa di diverso. Sarà come fare l’insalata senza usare i condimenti e mangiare un’insalata senza olio, aceto e sale non è la stessa cosa. Comunque noi dovremo giocare con la stessa voglia di sempre, come se ci fossero i tifosi a sospingerci. Mancherà la spinta che viene data ad un giocatore e mancheranno anche i fischi. Sarà diverso, ma dobbiamo guardare alla situazione che c’è ora, seguire le raccomandazioni che ci sono state fatte e affrontare le cose come sono. Non ci siamo mai fermati, non siamo andati in vacanza, abbiamo continuato a lavorare. L’abbiamo fatto perché avevamo la speranza che il campionato riprendesse, perché ci fosse data la possibilità di dimostrare sul campo che vogliamo essere i migliori. Prima dello stop stavamo bene e avevamo portato a casa punti importanti, speriamo di ripartire con lo stesso slancio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy