Ancelotti chiama un tifoso malato: “Sono Carlo, l’allenatore dell’Everton”

Ancelotti chiama un tifoso malato: “Sono Carlo, l’allenatore dell’Everton”

Bel gesto da parte del tecnico emiliano

di Redazione ITASportPress

In questo periodo difficile bastano alcuni gesti semplici a regalare grandi emozioni. E’ un esempio l’idea di Carlo Ancelotti: il tecnico dell’Everton ha contattato Mark, poliziotto di 52 anni affetto da una patologia neurologica e costretto a rimanere a casa di fronte all’emergenza Coronavirus. Il supporter ha ricevuto una telefonata davvero speciale: “Sono l’allenatore dell’Everton, so che sei un nostro grande tifoso, giusto? Chiamami Carlo, l’appellativo di ‘mister’ in Italia si usa soltanto per le persone importanti, io sono soltanto un allenatore”. La sorpresa è stata decisamente apprezzata da Mark che ha risposto commosso: “Tifo Toffees dal momento prima di essere nato. E sono anche un suo grande ammiratore, Mister Ancelotti. Goodison Park è come una seconda casa per me, tornerò appena tutto questo sarà finito”. Una promessa da mantenere quando l’incubo sarà finito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy