Arbitro Dean minacciato, Clattenburg rivela: “Lettere anche a me. E Oliver dopo sfida con la Juventus si è trasferito…”

Il fischietto inglese ha raccontato di aver subito lo stesso trattamento del collega

di Redazione ITASportPress
Clattenburg

Un cartellino rosso e tante polemiche. L’espulsione di Tomas Soucek, giocatore del West Ham, ha creato grandi problemi al direttore di gara Mike Dean. L’arbitro di Premier League è diventato oggetto di insulti e minacce tramite i social network. Gravi episodi che lo hanno portato anche a chiedere di non scendere in campo prossimamente. Se le prime pagine dei tabloid britannici sottolineano il momento shock per l’arbitro, attraverso una lettera mandata al Daily Mail, il famoso direttore di gara Mark Clattenburg, tra i più importanti nel suo ruolo in Inghilterra, ha ammesso che non tratta certo di una novità per chi fa il suo mestiere.

La denuncia di Clattenburg

arbitro Dean (getty images)

“Sono abituato a ricevere lettere a casa mia”, ha raccontato al tabloid l’arbitro evidenziando un episodio. “Erano indirizzate a Mark Clattenburg e il mio postino, pensando di farmi un favore, me le ha consegnate senza problemi. C’erano insulti veramente brutti e minacce. Dal canto mio ho denunciato alla polizia l’accaduto, ma visto l’anonimato non hanno potuto arrestare o condannare nessuno”.

E ancora: “È doloroso, è spaventoso. C’è un limite. Purtroppo, con i social media, quel limite viene superato troppo spesso. Michael Oliver ha dovuto trasferire la sua famiglia da casa dopo la partita in cui la Juventus è stata eliminata dalla Champions League dal Real Madrid nel 2018. Ripeto, è tutto sbagliato ma fino a quando chi controlla i social media non deciderà di fermare tutto questo, si andrà avanti così”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy