Hudson-Odoi arrestato: incontra e litiga con modella

Hudson-Odoi arrestato: incontra e litiga con modella

Il calciatore del Chelsea nei guai per aver violato la quarantena. Sulla vicenda ancora diverse incertezze

di Redazione ITASportPress
callum hudson-odoi

Callum Hudson-Odoi nei guai. Il calciatore del Chelsea ha violato la quarantena imposta dalle rigide regole per il lockdown in Inghilterra invitando una donna a casa sua. Non solo. Il giocatore ingelse avrebbe litigato con essa tanto da dover far intervenire le forze dell’ordine e l’ambulanza. A riportarlo è il Telegraph che aveva anticipato tutti i media britannici annunciando anche l’arresto del diretto interessato.

Hudson-Odoi fermato dalla polizia

Callum Hudson-Odoi

Restano ancora tanti dubbi sul reale andamento della vicenda, tanto che oltre al Telegraph anche il Sun e altri tabloid britannici danno versione alquanto confuse. Ma una cosa è certa: Callum Hudson-Odoi ha violato le regole della quarantena nella notte tra sabato e domenica e la polizia sarebbe stata chiamata proprio dalla donna che era stata invitata a casa del giocatore del Chelsea. Intorno alle 4 di notte, prima un’ambulanza poi l’arresto dell’inglese. Non si capiscono bene i motivi ma Hudson-Odoi, probabilmente, ha avuto una lite con la modella che si sarebbe fatta male o avrebbe avuto un malessere. La donna sarebbe stata contattata attraverso i social, con tanto di richiesta di presentarsi in abbigliamento provocante.

Indagini a casa del giocatore

Per comprendere meglio quanto accaduto, la polizia avrebbe fatto ritorno nella dimora del giocatore del Chelsea la mattina di domenica con l’intento di fare chiarezza. Callum Hodson-Odoi, ricordiamolo, era stato il primo calciatore inglese di Premier League a contrarre il coronavirus. Dalle prime testimonianze dei vicini, la donna arrivata a casa del calciatore sarebbe stata vista in biancheria intima, a conferma dell’ipotesi del contatto via social con richiesta specifica da parte del classe 2000, ma a non passare inosservata è stata più che altro la confusione successiva alle 4 di notte con polizia e ambulanza davanti all’abitazione del giocatore blues. Il Chelsea, al momento, non ha ancora rilasciato alcuna nota ufficiale sulla situazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy