Arsenal, Ozil nella bufera: ha rifiutato il taglio dell’ingaggio

Prime pagine inglesi dedicate al trequartista Gunners

di Redazione ITASportPress

Non solo Serie A e Ligue 1, dove il Marsiglia è al centro dei rumors, anche in Premier League si parla del taglio degli stipendi ai calciatori. In modo particolare, come sottolineano diverse prime pagine dei tabloid di oggi, in casa Arsenal ci sarebbe un vero e proprio caso in atto: sarebbero tre i giocatori che hanno rifiutato il taglio dello stipendio del 12,5%.

Uno di questi è Mesut Ozil, tra le altre cose, non di poco conto, il più pagato della rosa con 350mila sterline alla settimana. Il tedesco vuole prima vederci chiaro relativamente all’impatto del coronavirus sulle finanze del club e per questo, attraverso il suo agente Erkut Sogut, ha fatto trapelare la sua posizione alle colonne del Mirror: “Non raccomanderei di accettare un taglio oggi perché non so se domani il campionato riprenderà e se i club avranno i soldi dalle televisioni. Il reale impatto finanziario sui club si vedrà tra tre o sei mesi, non sicuramente adesso”, ha detto il procuratore di Ozil. “Spostare i pagamenti è un’opzione ma non concordare un taglio oggi quando i club potrebbero ancora ottenere lo stesso profitto dell’anno scorso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy