Caos VAR in Tottenham-Watford, arrivano le scuse dell’Hawk-Eye Innovations

Caos VAR in Tottenham-Watford, arrivano le scuse dell’Hawk-Eye Innovations

“Creata confusione”

di Redazione ITASportPress

Anche in Premier League è tempo di polemiche per la VAR. Protagonista la tecnologia nel match tra Tottenham-Watford terminato 1-1. Per l’arbitro e i suoi assistenti, compresi quelli addetti al controllo VAR è gol, ma sul maxischermo appare la scritta contraria “No Goal”.

Accade tutto allo scadere del match, quando all’86′ Dale Alli approfittando di un’uscita non perfetta di Foster, insacca con un sinistro in scivolata. La prima impressione per molti è stata quella che il centrocampista del Tottenham si sia portato avanti il pallone con un tocco di mano, tanto che anche il direttore di gara Kavanagh ha chiesto l’ausilio del VAR. Gli assistenti hanno giudicato il tutto regolare, con il fischietto che ha indicato il centro del campo. Peccato che sul monitor dello stadio la scritto “No Goal” dicesse il contrario…

Una situazione che ha generato molte polemiche e confusione e anche le successive scuse dell’Hawk-Eye Innovations, l’azienda responsabile della tecnologia VAR in Premier League. Attraverso un messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter, l’impresa ha scritto: “Hawk-Eye si scusa con i tifosi di Spurs e del Watford per la confusione che si è venuta a creare quando sul maxischermo è apparsa una grafica errata. Stiamo collaborando con PGMOL e Premier League per comprendere quale sia stata la causa principale di questo problema e proporre soluzioni al fine che il fatto non si ripeta più”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy