Che succede al Liverpool? Van Dijk spiega: “Difficile rimanere in vetta…”

Le dichiarazioni del difensore olandese

di Redazione ITASportPress
Van Dijk

Era dal 1963 che il Liverpool non incassava sette reti. Un’altra epoca, un calcio diverso per filosofie e gerarchie. I tifosi dei Reds sono ancora sotto shock per la clamorosa sconfitta per 7-2 incassata contro l’Aston Villa. Un risultato inatteso non tanto per la sconfitta di per sé, dato che i Villans sono una delle formazioni più in forma, ma quanto per il passivo pesantissimo. Preoccupa anche l’involuzione della squadra di Jurgen Klopp, lontana parente di quella ammirata nella scorsa stagione, quando fu un rullo compressore capace di chiudere la pratica Premier League con ben sette turni d’anticipo. Al momento, eccezion fatta per la vittoriosa trasferta in casa del Chelsea, il Liverpool ha sempre incassato almeno una rete. Un grosso problema anche in vista di impegni più importanti come la Champions.

Van Dijk
Van Dijk (getty images)

CONFERME DIFFICILI

Il difensore olandese Virgil Van Dijk ha provato a spiegare le ragioni di questo momento no ai microfoni della BBC: “Penso che cercare di rimanere in testa sia la cosa più difficile da fare. Tutti vogliono vederti cadere quando raggiungi la vetta. Io darò tutto quello che ho fino al giorno del mio ritiro, non voglio avere rimpianti”. Il Liverpool si trova attualmente a tre punti di distacco dalla vetta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy