Chelsea, Morata: “La maglia numero 9 era maledetta ma ho fatto qualcosa per rompere il sortilegio”

Chelsea, Morata: “La maglia numero 9 era maledetta ma ho fatto qualcosa per rompere il sortilegio”

L’attaccante del Chelsea racconta la scelta di vestire la maglia numero 9 che aveva mietuto tante “vittime”

di Redazione ITASportPress

Durante un’intervista a Four Four Two, Álvaro Morata oltre ad aver raccontato le fasi del suo adattamento al Chelsea e della sua nuova vita a Londra, ha rivelato un aneddoto sulla scelta del numero. È stato infatti consigliato all’attaccante spagnolo di non prendere il numero 9, perché legato a una maledizione. “È stata una delle prime cose che mi hanno detto quando sono arrivato qui. Anche i miei compagni di squadra mi hanno invitato a non prendere la maglia con il numero 9 perché era maledetta. Ma io la volevo. Ho fatto un paio di cose per evitare questa maledizione o la sfortuna che potrebbe portarmi. Cosa? Non posso dirtelo perché se lo facessi, la maledizione tornerebbe!” ha affermato l’ex madridista. Dopo Hasselbaink, infatti, tutti coloro che hanno indossato quel numero hanno fallito; ricordiamo Mateja Kežman, Khalid Boulahrouz, Steve Sidwell, Franco Di Santo, Fernando Torres e Radamel Falcao.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy