Chelsea, Zola altra stoccata al gruppo: “Non siamo una squadra, vorrei reazione non individuale…”

Chelsea, Zola altra stoccata al gruppo: “Non siamo una squadra, vorrei reazione non individuale…”

“Sarebbe bello però se potessimo reagire di più come squadra piuttosto che come individui”

di Redazione ITASportPress

Il pesante ko subito ad opere del Manchester City ha lasciate profonde ferite in casa Chelsea, tanto che, nella conferenza stampa di vigilia della gara di FA Cup contro il Manchester United, come riporta anche il Daily Mail, Gianfranco Zola, vice allenatore Blues e braccio destro di Maurizio Sarri, ha preso parole per spiegare il problema della squadra.

Magic Box vuole la giusta reazione al momento poco facile, non una risposta data da Hazard o da qualcuno in particolare, ma dal gruppo. Una gara vera giocata come una squadra. Ecco perché, senza attaccare nessuno in modo particolare, Zola ha lanciato una piccola stoccata alla rosa, forse, per stimolarli a tirare fuori il massimo.

GRUPPO – “Penso che questo gruppo al Chelsea, esattamente come quello che avevo ai miei tempi, non ami perdere. Lo stanno anche dimostrando, ma in un altro modo. Credo sia sbagliato fare paragoni con le squadre del passato, ma posso dire che dopo il ko contro il Manchester City la squadra ha reagito. Sarebbe bello però se lo avessimo fatto di più come squadra piuttosto che come individui: dopo il 6-0 abbiamo reagito, ma lo abbiamo fatto individualmente: c’erano giocatori che si sono assunti le loro responsabilità e volevano cambiare la situazione da soli. Ma quello che stiamo costruendo qui è una filosofia di gioco e dobbiamo imparare a reagire tutti insieme. Non è sufficiente che solo un giocatore prenda la palla e cerchi di saltare due giocatori. Questo non è il modo in cui cerchiamo di vincere le partite”.

SOLSKJAER – E sul tecnico dei Red Devils, Ole Gunnar Solskjaer, Zola ha parole di elogio per il grande lavoro svolto fino ad ora: “Prima di tutto sono contento. Io e Ole abbiamo fatto il corso da allenatore insieme. Era sempre interessato e concentrato su quello che stava facendo, e sono contento che stia mostrando la sua qualità. Sapevo che lo United non stava vivendo un buon momento prima, ma conoscevo il valore della squadra e che sarebbero tornati. Quello che Ole ha fatto in un breve periodo di tempo è stato davvero notevole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy