CONMEBOL contro FA sul caso Cavani: “Non si tiene conto di fattori culturali”

La squalifica rifilata al Matador fa discutere

di Redazione ITASportPress
Cavani

Non si placano le polemiche contro la Football Association. La decisione di rifilare tre turni di squalifica e una multa a Edinson Cavani a causa della risposta a un commento sui social da parte dell’attaccante del Manchester United. Il Matador avrebbe definito “negrito” l’amico e l’espressione è stata ritenuta razzista.

Cavani (getty images)

RISPOSTA

Dopo la stoccata dell’Accademia della Lingua in Uruguay, ora anche la CONMEBOL critica duramente la FA. Questo il comunicato: “La CONMEBOL esprime la sua solidarietà al giocatore Edinson Cavani, sanzionato dalla Federcalcio inglese. Il provvedimento disciplinare per lo straordinario giocatore della squadra uruguaiana chiaramente non tiene conto delle caratteristiche culturali e dell’uso di determinati termini nella vita di tutti i giorni in Uruguay. Il giudizio di questo tipo di affermazioni, nell’ambito di un processo che può portare a sanzioni per l’atleta e che incidono sulla sua reputazione e buon nome, deve essere sempre effettuato tenendo conto del contesto in cui sono state fatte e, soprattutto, delle peculiarità culturali di ogni giocatore e di ogni paese. CONMEBOL condanna e condannerà sempre, con la massima energia, ogni manifestazione razzista o discriminatoria, ma non è il caso specifico per il quale è stato sanzionato Cavani”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy