Douglas Luiz, niente Manchester City per… volontà divina

Douglas Luiz, niente Manchester City per… volontà divina

Il centrocampista brasiliano si racconta

di Redazione ITASportPress

Classe 1998, Douglas Luiz, centrocampista brasiliano, gioca con costanza in Premier League. Merito dell’Aston Villa che ha creduto in lui e lo ha strappato al Manchester City, club nel quale il giocatore si è ritrovato, senza però possibilità di giocare a causa di una mancata concessione del permesso di lavoro in Gran Bretagna. Da qui il trasferimento in prestito al Girona e, alla fine, il passaggio all’Aston Villa dopo due stagioni.

Parlando ai microfoni del Telegraph, Douglas Luiz ha raccontato quei momenti dicendosi comunque contento di come siano andate le cose: “Dobbiamo lasciare che sia Dio a lottare e decidere per noi e per le nostre cause. Evidentemente non era la sua volontà che ottenessi il permesso di lavoro”, ha detto il brasiliano, titolare ieri nella sfida di Carabao Cup contro il Liverool. “Certo, mi è dispiaciuto, ma nel poco tempo che ho potuto trascorrere con Pep Guardiola al Manchester City ho imparato molto. Sono arrivato in Inghilterra con una mentalità molto chiusa in quanto a tattica, ma lui mi ha insegnato molto. Ora ho quattro anni di contratto con l’Aston Villa e il City ha un’opzione per riacquistarmi, ma i Villains mi hanno aperto le porte della Premier League e sarò sempre grato per questo. Anche il Manchester City è contento che finamente stia giocando qui in Inghilterra”.

ASTON VILLA, LA STORIA DI WESLEY

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy