Guardiola e il paragone: “Il calcio è come un profumo. Se vinci…”

Il tecnico del Manchester City dopo l’1-1 contro il Leeds

di Redazione ITASportPress
Guardiola

Non un inizio di stagione facile per il Manchester City di Pep Guardiola che tra infortuni e defezioni causa Covid-19 si è trovato a gestire una rosa con pochissimi giocatori della prima squadra e tanti talenti dal settore giovanile. Dopo l’1-1 contro il Leeds dell’ultimo turno di Premier League, il manager ha parlato del momento dei suoi ed in generale del calcio facendo un curioso, ma forse azzeccato, paragone.

Guardiola: “Il calcio è come un profumo…”

Guardiola
Guardiola, Getty Images

Parlando alla BBC, Guardiola ha commentato questo primo impatto con la nuova stagione e i soli 4 punti in campionato: “Il calcio di adesso non è quello vero. Non ci sono i tifosi. Con loro sarebbe stata un’altra partita”, ha detto il tecnico Citizens dopo l’1-1 contro il Leeds. “Sono orgoglioso dei giocatori che amano il calcio e che vengono qui per dare il massimo. Ogni partita diamo il massimo e contro squadre come il Leeds lo facciamo ancora di più. Il Leeds è una squadra fantastica, come tutte le squadre di Marcelo (Bielsa ndr)”.

E ancora: “Non abbiamo fatto una normale preparazione pre-campionato, ci sono stati diversi problemi ed ecco perché siamo qui a lottare. Siamo lontani dalla vetta e dobbiamo iniziare a vincere”. E poi il paragone: “Il calcio è come un profumo: se vinci, senti un ottimo profumo, se perdi, senti un odore disgustoso “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy