Il Wolverhampton perde 1 miliardo in azioni: messo in vendita il 20% del club

I proprietari del club erano soci della compagnia aerea fallita Thomas Cook

Il fallimento della compagnia aerea Thomas Cook sta generando disagi anche nel mondo del calcio. In Premier League, infatti, i problemi dell’operatore turistico potrebbero avere un grosso impatto per il Wolverhampton.

Stando a quanto riporta il Daily Mail, infatti, il conglomerato cinese Fosun International, proprietario del Wolverhampton,possedeva ben il 18% delle quote della compagnia aerea. A causa del fallimento di questa, Fosun avrebbe perso ben 1 miliardo di euro. Siutazione che avrebbe portato la proprietà a decidere di mettere in vendita anche parte della società di calcio. Il club, acquistato nel 2016 per 45 milioni, adesso ne vale circa 350. Fosun avrebbe deciso di mettere in vendita il 20% delle quote societarie. Nonostante i diretti interessati abbiano negato i legami tra le due situazioni, per i tabloid britannico il fallimento Cook e la messa in vendita delle azioni sarebbero, invece, strettamente connesse.