Insulti razzisti a Salah: tifoso del West Ham bandito dagli stadi per tre anni

Un 48enne punti dopo i fatti dello scorso anno

di Redazione ITASportPress
Salah

A distanza di oltre un anno è stata fatta giustizia. Nel febbraio 2019, un “tifoso” del West Ham aveva insultato Mohamed Salah mentre l’attaccante del Liverpool era intento a calciare un tiro dalla bandierina. Parole pesanti a sfondo razzista che non erano passate inosservate. Un video, che aveva girato anche via social, era stato utilizzato come prova per dimostrare l’effettiva colpa del fan. Come riporta la BBC, adesso, l’uomo è stato punito.

Insultò Salah: bandito per 3 anni dalle partite

Salah finale
Salah (Getty images)

Tale Bradley Thumwood, 48enne tifoso del West Ham, a distanza di oltre un anno ha ammesso le sue colpe confermando di essere stato protagonista di insulti razzisti anche per via della religione nei confronti di Salah. L’attaccante del Liverpool, nell’occasione (febbraio 2019), si trovava prossimo alla battuta di un calcio d’angolo quando dagli spalti l’uomo aveva iniziato ad offenderlo pesantemente.

Il West Ham aveva collaborato per punire l’uomo e fornire ogni prova possibile per trovare il colpevole. Alla fine i magistrati hanno optato per una pesante punizione: bandire il tifoso per tre anni da ogni partita oltre che comminargli una multa di 400 sterline.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy