Lampard: “Ok ai tamponi per i calciatori, ma prima tutelare gli operatori sanitari…”

Il tecnico del Chelsea pensa a chi sta lavorando duramente in questo momento di emergenza per il coronavirus

di Redazione ITASportPress

Non solo calcio giocato e mercato nella testa di Frank Lampard. E non potrebbe essere altrimenti in questo momento di emergenza per il coronavirus. Il tecnico del Chelsea ha parlato a BT Sports in merito alla possibile ripresa della Premier League e alle misure di sicurezza che potrebbero prevedere tamponi ogni giorno per tutti i componenti della squadra e dello staff.

Il mananger inglese si è detto favorevole a patto che le stesse condizioni vengano garantite a chi è davvero in prima linea nella lotta al Covid-19: “Quando parliamo di test prima di riprendere gli allenamenti pensiamo che avremmo almeno 70-80 persone da sottoporre a controlli”, ha detto Lampard. “Se dobbiamo farli regolarmente, per me va bene. Ma vorrei sapere quanti test sono stati eseguiti per gli operatori sanitari e tutti quelli che che hanno svolto un lavoro incredibile negli ultimi due mesi. Non mi starebbe bene sapere di un trattamento diverso. Ma credo che questo valga per tutti non solo per me. Mi va bene fare i test, ma vorrei che prima ci assicuriamo che lo siano anche tutte quelle persone che lottano in prima linea”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy