Leicester, Srivaddhanaprabha: “L’esonero di Ranieri era necessario”

“Il nuovo metodo di Ranieri, coi continui cambi tattici, volto a migliorare il gioco della squadra non stava funzionando”

di Redazione ITASportPress
Ranieri

Lo scorso anno Claudio Ranieri è stato l’artefice della storica vittoria del Leicester in Premier League, ma in questa stagione a causa dei tanti risultati negativi ottenuti, è stato esonerato dalla società.  Una decisione che non è piaciuta ai tifosi delle Foxes, ma il vice presidente del club inglese, Aiyawatt Srivaddhanaprabha, intervistato dalla stampa thailandese, si espresso così a riguardo: “Volevamo essere sicuri al cento per cento di non retrocedere e il nuovo motodo di Ranieri, coi continui cambi tattici, volto a migliorare il gioco della squadra non stava funzionando. I calciatori non capivano come dovevano giocare e i risultati non erano quelli che tutti ci si aspettava: si segnava con grande difficoltà, si subivano sempre goal e c’era meno determinazione nei calciatori. Non sappiamo cosa passi per la testa di un calciatore, ma volevamo dare una svolta. Sin dall’anno scorso avevo detto che il Leicester avrebbe potuto nuovamente ritrovarsi coinvolto nella lotta per la salvezza. Ma di sicuro avevo creato questa squadra perché fosse ‘una squadra’ e cercasse di dare il massimo in campo. Sapevamo che un cambiamento forte avrebbe dato ai calciatori uno shock che li avrebbe fatti lottare di più. Io credo che un manager debba confidare solo sui risultati ottenuti. Dopo l’esonero di Ranieri tutti erano tristi. Abbiamo parlato coi calciatori, spiegandogli i motivi della nostra decisione. Quando abbiamo chiesto se qualcuno avesse qualcosa da dire in merito, alcuni hanno affermato di non essere d’accordo ma di capire che il club viene prima di tutto. L’esonero di Claudio è stato doloroso anche per noi, era qualcosa che non avremmo voluto fare ma il bene del club ha la priorità. Esiste da 133 anni e noi cerchiamo di fare il meglio perché la sua storia prosegua nel migliore dei modi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy