Liverpool, il 2020 di Henderson: “Orgoglioso di aver vinto la Premier League ma ho capito che ci sono cose più importanti del calcio”

Il capitano dei Reds si racconta

di Redazione ITASportPress
Henderson

Un’annata da incorniciare sotto l’aspetto sportivo. Decisamente meno dal punto di vista umano. Jordan Henderson, centrocampista e capitano del Liverpool, è combattutto mentre ripercorre il suo 2020 e quello della squadra che, dopo 30 anni, è riuscita a portare a casa il titolo di campione della Premier League.

Intervistato da Sky Sports, il classe 1990 ha ammesso di vivere emozioni contrastanti e di aver ottenuto una nuova consapevolezza interiore.

Henderson: “Ho capito che ci sono cose più importanti del calcio”

Henderson
Henderson (getty images)

“Da bambino sognavo di giocare in Premier League, in Champions League e per la Nazionale inglese, quindi è un grande onore poterlo fare. È anche molto importante per me fare quello che faccio ogni giorno, perché lo adoro”, ha detto Henderson. “Raggiungere ciò che abbiamo ottenuto negli ultimi anni – vincere la Champions League, vincere il campionato inglese, vincere la Supercoppa UEFA e vincere la Coppa del Mondo per club è davvero incredibile. Finora, il mio viaggio nel mondo del calcio è stato buono. Suppongo che ci siano stati molti alti e bassi durante questo periodo, ma mi sono divertito ogni minuto e spero possano esserci altri momenti di questo tipo”.

Ma poi, anche il rovescio della medaglia: “Ad essere onesti, questo 2020 è stato un ottovolante. Da un lato, ho realizzato il mio sogno di una vita: sono diventato il campione d’Inghilterra. Ma date le circostanze, tutto è stato molto strano. Molte cose brutte stavano accadendo nel mondo, le persone soffrivano molto per il Covid-19 e ho capito che ci sono cose più importanti del calcio. Spero che il 2021 possa essere un po’ più positivo sotto questo punto di vista e che si possa tornare alla vita normale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy