Lovren, il retroscena sulla festa per titolo del Liverpool: “Non avrei dovuto, ma sono andato ad Anfield a festeggiare con i tifosi…”

Il difensore ha raccontato un aneddoto sui festeggiamenti dopo la vittoria della Premier League

di Redazione ITASportPress
Lovren

Dejan Lovren fa mea culpa, ma non si pente affatto della sua decisione di fare festa con i tifosi del Liverpool nonostante il divieto a causa delle restrizioni per il coronavirus. Il centrale difensivo, passato allo Zenit nelle scorse settimane, è tornato sul trionfo dei Reds in Premier League e sui festeggiamenti col pubblico vietati ma ai quali lui non è stato in grado di rinunciare.

Lovren: “Ho festeggiato ad Anfield con i tifosi”

Liverpool campione
Liverpool (Instagram Salah)

Parlando ai microfoni di Sport24, Lovren ha ammesso: “Lo sto dicendo per la prima volta. Non lo sapeva nessuno. Ho fatto qualcosa che nessuno sapeva prima di adesso. Molte persone, tifosi del Liverpool, dopo aver vinto la Premier League sono andati ad Anfield per festeggiare”, ha raccontato il difensore. “Ecco, tutti ci hanno detto che dovevamo rimanere a casa, che non potevamo andare con loro a festeggiare, ma io mi sono detto ‘la festa non può essere già finita. Non voglio andare a dormire così presto’. Ho preso la mia auto, da solo, e sono andato ad Anfield per vedere i tifosi. Avevo la mascherina e tutto. Volevo solo vedere come fosse la situazione e la festa. C’erano migliaia di persone che festeggiavano e io volevo provare quelle emozioni. Se qualcuno mi ha visto? Forse tre o quattro persone perché io mi son tolto un attimo la mascherina per fare dei video”.

Infine, lo stesso difensore ha voluto ribadire: “Avevo detto ad Adrian che stavo andando lì. Lui mi ha detto di non farlo, ma non l’ho ascoltato. Avevo bisogno di provare quelle emozioni”.

INCIDENTE PICCANTE PER LA COMPAGNA DI UN CALCIATORE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy