Manchester City, botta e risposta tra Guardiola e i tifosi: “Non volevo offenderli. Anche io ho vissuto con mamma e papà…”

Manchester City, botta e risposta tra Guardiola e i tifosi: “Non volevo offenderli. Anche io ho vissuto con mamma e papà…”

Il tecnico torna sui suoi passi

di Redazione ITASportPress

Piccolo retrofront per Pep Guardiola dopo le parole rivolte ai propri tifosi, accusati inizialmente di non aver riempito lo stadio e di non aver supportato a dovere la squadra in FA Cup. Dopo la dura risposta del fan club ufficiale del Manchester City, che aveva parlato di prezzi elevati per persone comuni e di orario difficile per chi è lavoratore, ecco che il tecnico ha voluto rispondere e abbassare i toni.

Come riporta Sky Sports, Guardiola ha sottolineato che non intendeva criticare o offendere i fan Citizens ma solamente mostrare il proprio stupore per la scarsa afflunza allEtihad nella gara contro il Fulham: “Prima di tutto, voglio dire che capisco la situazione. Non ho mai avuto l’intenzione di offendere i nostri tifosi. I fan fanno parte di noi. Dal momento del mio arrivo fino all’ultimo giorno mi piacerebbe giocare nel modo migliore e vedere anche Etihad riempito durante ogni partita”, ha premesso l’allenatore. “Certo che capisco ogni loro problema. Era difficile per le persone partecipare all’ultima partita. Non è necessario spiegarmelo, perché io stesso ho vissuto io quando ero un ragazzo e vivevo con mamma e papà. So esattamente cosa è successo. Quando sono arrivato qui ho scoperto quanto siano importanti la lega e la Coppa – anche più importanti della Champions League. Il mio errore è stato pensare che domenica lo stadio sarebbe stato pieno. È bello quando i fan sono con noi. So che può essere difficile per loro, e quindi sono sempre grato per il loro supporto”, ha concluso Guardiola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy