Mou, le buonuscite ti fanno ricco: 60 milioni dai licenziamenti

Mou, le buonuscite ti fanno ricco: 60 milioni dai licenziamenti

Il portoghese resta milionario anche senza lavorare

di Redazione ITASportPress
Mourinho

Licenziato sì, ma comunque ricco. José Mourinho guadagna anche grazie agli esoneri. Il Manchester United ha pubblicato i conti relativi al secondo trimestre del 2018/19, svelando la buonuscita di José Mourinho per l’esonero del 18 dicembre scorso. L’allenatore portoghese ha ricevuto 19,6 milioni di sterline (22,3 milioni di euro circa) per l’interruzione anticipata del contratto da 17 milioni di euro all’anno che sarebbe scaduto nel 2020: un licenziamento pagato a peso d’oro. E se per i Red Devils è stato una mazzata dal punto di vista economico, soprattutto confrontandola al precedente esonero di Van Gaal nel 2016 (8,4 milioni di sterline di bounuscita), per lo Special One niente di nuovo sotto al sole. Dopo il primo esonero al Chelsea, datato 2007, con 23,1 milioni di sterline ha incassato 35,6 milioni di euro, sommati agli 8,3 milioni di sterline incassati dopo il licenziamento del 2015. Per capire quanto sia “Special” basta fare i conti in tasca al condottiero portoghese: prendendo il bonifico del Manchester United e unendolo ai due del Chelsea, si nota come gli esoneri hanno reso Mourinho (ancora più) ricco. Senza lavoro ma con un conto in banca aumentato di quasi 60 milioni di euro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy